Azione e reazione di una mail di vendita

“Cestinare o non cestinare?”

Questa è la domanda che per una frazione di secondo tutti noi ci poniamo tutti i giorni dozzine di volte. Di solito il dilemma viene risolto una frazione di secondo dopo con un rapido click sull’icona del cestino.

Come farsi rispondere ad una mail di vendita

Quelle mail cestinate erano il lavoro e le speranze di diversi professionisti, cui non hai dato nemmeno il beneficio del dubbio.

Ora immagina a parte invertite di essere tu a dover scrivere una mail di vendita per i tuoi clienti. Vorresti essere cestinato prima ancora che la tua missiva sia guardata?

No? Non farti cestinare, fatti leggere!

Mashable dice: le persone ci mettono 3,2 secondi per cestinare una mail.

Se riesci nel primo obiettivo di farti leggere, c’è un secondo fondamentale elemento che devi tenere in considerazione: devi generare una REAZIONE positiva alla tua mail.

Tu stesso ogni giorno, giunto in fondo alla lettura delle poche mail non finite nel cestino, ti chiedi:

“Rispondo o non rispondo?”

oppure senza nemmeno chiedertelo troppo passi ad altro, appuntandoti mentalmente di tornarci su. Vuoi una notizia sconvolgente? Non ci torniamo mai su.

E quindi come fare ad ottenere quella dannata reazione positiva?

Mashable ha misurato che le persone ci mettono 7,3 secondi per decidere di passare oltre, appuntandosi di rispondere in un secondo momento. Lo faranno?

Abbiamo testato che diversi piccoli accorgimenti migliorano di molto le performance di una mail sia in termini di sua visualizzazione che risposta.

Di seguito diversi consigli ed approfondimenti per la scrittura e l’invio di un’email di vendita efficace.

Scopriamoli insieme:

5 passi per scrivere un’email di vendita

20 o più esempi di email di vendita che non possono essere ignorati

7 e più statistiche su come inviare una e-mail

3 strategie per migliorare i tassi di risposta

Come scrivere un’email di vendita

Per scrivere una e-mail di vendita efficace, abbiamo bisogno di cinque componenti principali, 5 passi.

1_ Subject Line

Il 35% delle mail viene aperto in considerazione della Subject Line. 

Deve essere semplice e diretta. Vuoi sapere come scrivere un Oggetto che ti faccia aprire? clicca qui!

2_ Opening Line

Il venditore classico inizia con un “Gentili, sono il Dott. Manuel Salvi, sono un esperto in comunicazione e marketing e…

Una statistica di Microsoft Canada afferma che la soglia di attenzione media delle persone è scesa a 8 secondi. Con questo tipo di Opening Line ce li siamo già bruciati tutti.

Cambia approccio e differenziati da tutti gli altri! Vuoi scoprire 20 diversi esempi pratici per iniziare le tue nuove mail? Eccoli.

3_ Body Copy

Il corpo del testo, la parte centrale della tua mail deve avere una lunghezza ideale di massimo 100 parole. 

Stop alle mail logorroiche! non vengono lette. Stop alle mail autoreferenziali! annoiano. Adotta un approccio customer centric e crea una value proposition che faccia BOOM!

Vuoi qualche consiglio e regola per diventare più efficace? Pronti!

4_ Closing Copy

L’Effetto Recency e una buona Call to Action sono il segreto di ogni email di vendita.

Esempi e consigli utili li trovi qui

5_ Signature

Il tasso di risposta di una mail con ringraziamenti passa da un 46% ad un più 52%. La firma può essere molto di più di quelle 2 righe finali memorizzate nelle preferenze della tua casella di mai e da anni invariata.

Scopri come rendere funzionale allo scopo quello che fino ad ora era il tuo orpello finale.

I suggerimenti che seguono provengono da approfondimenti portati avanti da Hubspot e dal loro team di vendita, approfonditi e confrontati con numerosi altri big player americani e più volte testati sul campo dal sottoscritto.

PS: Se con la balena è andata bene, non puoi far altro che… condividermi sui tuoi social.

Grazie xoxo!

Un pensiero su “Azione e reazione di una mail di vendita