Archivio mensile:Agosto 2017

La fidelizzazione è dimostrato da numerosi studi è la strategia più redditizia.

Perché la fidelizzazione è fondamentale?

La probabilità di fare una vendita ad un cliente fidelizzato è pari al 60-70%, la probabilità di chiudere un nuovo cliente del 5-20%.

Un cliente fidelizzato, è più disponibile a provare un nuovo prodotto in misura di un +50% rispetto al nuovo cliente. Il fidelizzato spende in media  il 31% in più.

Incrementare il tuo tasso di fidelizzazione del 5% può incrementare i tuoi profitti fra il 25% ed il 95%. Fonte: “Harvard Business Review” 

Fidelizzare un cliente equivale a renderlo fedele al tuo brand, in modo che acquisti abitualmente da te.

Ma che cosa è la fedeltà dei clienti?

Leggi l’articolo completo

La fidelizzazione e la felicità dei tuoi clienti sono la principale tua ricchezza. Vuoi scoprire quanto sei ricco? misurale!

Conoscere il giudizio del cliente sull’esperienza avuta con te, buona o cattiva che sia, è importante. Dopo tutto, la felicità del cliente equivale al successo della tua azienda. Esiste un solo modo per sapere cosa i clienti stanno pensando… chiedilo.

Alla base di qualsiasi strategia di crescita stabile e duratura, c’è solo un fattore importante: la soddisfazione del cliente.

Più sono soddisfatti i tuoi clienti, più sono disposti a fare di nuovo affari con te. E più i tuoi clienti restano con te, più prevedibile e stabile diventa il tuo flusso di entrate.

Mantenere felici gli utenti innesca inoltre un processo di fedeltà al tuo brand..

Cos’è la customer satisfaction?

un semplice numero.

La fidelizzazione è un numero che potrebbe cambiare radicalmente la tua azienda, il tuo servizio clienti e quindi i tuoi fatturati.

Più è alto quel numero e più saranno alti i tuoi fatturati.

Leggi l’articolo completo

Katherine Barchetti è famosa per una frase, che ha anticipato di decenni uno dei principali trend del marketing di oggi.

“Make a customer, not a sale”.

Fai un cliente, non una vendita.

Katherine coniò la sua celeberrima citazione (la trovi ovunque in internet) negli anni 90′.

Più avanti sono nate vere e proprie dottrine di pensiero come la Customer Experience (CX), definita come “il modo in cui i clienti percepiscono l’insieme della loro interazione con l’azienda” (Outside In, H.Manning, K. Bodyne, 2012, Forrester Research).

Leggi l’articolo completo