Archivio mensile:Dicembre 2016

Conoscere queste 7 competenze ti aiuterà a far crescere il prodotto più velocemente e in modo più efficace.

Il marketing non è questione di tecnica, vero?

E’ intuito e creatività, è arte!. E’ genialità! Giusto? o forse no?

Rifletti.

Il growth hacking si è dimostrato più volte nel corso degli ultimi anni, un approccio data-driven al marketing. Gli analytics, le ricerche e la metodica, tutte cose molto noiose e agli antipodi di ciò che è comunemente ritenuto creativo, hanno dato risultati più affidabili rispetto al marketing tradizionale.

Gli uomini innamorati del futuro combinano la creatività con la rigorosa analisi. (Tweetami)

Nonostante ci siano numerosi strumenti eccezionali che gestiscono gran parte delle analisi, i migliori growth hacker masticano statistica a colazione per poter esplorare più profondamente le potenzialità di Google Analytics, conoscono sufficientemente SQL per accedere ai registri di utilizzo del prodotto senza dover attendere l’arrivo del collega esperto di IT, e giochicchiano quel tanto con il coding per parlare efficacemente lo slang degli sviluppatori.

Leggi l’articolo completo

Dai un occhio al futuro del fitness e scopri cosa i tuoi clienti vorranno dalla tua palestra.

Schermata 2016-12-04 alle 16.37.59.png

L’utente fitness moderno sta cambiando e con lui cambiano le sue esigenze ed il suo approccio al fitness.

Il cliente tipo delle palestre nel 2017 indosserà un orologio o avrà una app che monitorerà le sue funzioni, le calorie bruciate, i picchi cardiaci ed altro ancora.

Preferirà allenarsi a corpo libero, riducendo il tempo dedicato al classico sollevamento pesi. Prediligerà fitness club con ampi spazi dedicati dove potrà allenarsi sfruttando il proprio peso corporeo con con push-up, squat, plank ed altro ancora.

L’utente moderno ha poco tempo, ritagliato fra mille impegni seri o frivoli che siano, corra allenamenti intensi ma brevi, vorrà il massimo con il minimo sforzo di tempo e cercherà palestre che saranno in grado di offrirgli esattamente ciò che chiede.

L’utente è sempre più esigente.

Lo saprai soddisfare?

Eccoti qualche dritta direttamente dai guru americani della ACSM.

Leggi l’articolo completo